Filtri

Filtri attivi:
    Gusto

    Categorie associate al prodotto

      Offerte Limitate

      Integratori
      Molto spesso si sente parlare di integratori alimentari. Sono presenti all'interno della dieta di sportivi, studenti alla ricerca di una marcia in più che possa aiutarli nello studio e persone che cercano di ottenere un aumento della propria massa muscolare. Alcuni credono che assumerli possa renderli incredibilmente più forti, come se le compresse di carnitina o la polvere di glutammina fossero sostanze magiche. Diverso il parere di altri, che non vogliono affidarsi ad essi perché non credono nei loro benefici, benché questi siano scientificamente provati. Integratori sì, integratori no, i pareri sono discordanti, ma sappiamo davvero che cosa sono gli integratori alimentari?

      Gli integratori alimentari sono sostanze che possono fornire i nutrimenti necessari per rendere completa una dieta non del tutto perfetta. Molto spesso vengono prescritti dal medico per compensare una carenza nutrizionale, magari perché non può essere risolta attraverso l'alimentazione a causa di allergie o intolleranze. Attenzione però: devono essere assunti sempre all'interno di una dieta sana ed equilibrata e mai come sostitutivi di essa.

      Integratori: istruzioni per l'uso

      Prima di assumere un integratore può essere d'aiuto sentire il parere del proprio medico: non tutti gli integratori hanno gli stessi effetti sul nostro organismo, perciò è fondamentale prestare attenzione a ciò che si decide di assumere.
      Ad ogni modo, gli integratori alimentari sono acquistabili senza il bisogno di alcuna prescrizione, e in caso di dubbio il parere del farmacista o del rivenditore autorizzato è solitamente sufficiente per decidere quale sia il più adatto.
      Se però l'integratore è destinato ad un bambino o ad un anziano è meglio chiedere l'opinione del pediatra o del medico curante prima di iniziare una terapia, anche se essa fosse a base di integratori alimentari naturali. Dovrà essere lui a stabilire i dosaggi e la frequenza con cui assumere l'integratore, mentre se acquistiamo autonomamente un integratore basterà attenersi sempre a quanto scritto sulla confezione o sul foglietto illustrativo.
      È molto importante non superare mai le dosi giornaliere consigliate. Eccedere in questo parametro può causare disfunzioni e problematiche al nostro organismo, ed assumere l'integratore finirà con il farci più male che bene.

      Tipologie di integratori: ad ognuno il suo

      Adesso che sappiamo cosa è necessario fare per assumere nella maniera più corretta gli integratori alimentari, è giunto il momento di scoprire quali siano quelli più adatti per ogni evenienza. Come abbiamo detto, non tutti gli integratori sono uguali, ed è bene conoscerli al meglio per acquistare sempre quello più adatto alla nostra carenza da compensare.

      Integratori Ci sono 760 prodotti.

      Sotto-categorie

      • Acidi Grassi
      • Altri integratori

        Altri Integratori

        In questa sezione sono presenti integratori alimentari non catalogati nelle macrocategorie del menù a tendina posto in alto. Per cercare efficacemente l'integratore di tuo interesse, visita le sottocategorie presenti nel menù, oppure utilizza i filtri posti nella colonna di sinistra. 

        Se già hai le idee chiare su quale integratore sia di tuo interesse, puoi cercarlo direttamente nella barra di ricerca posta in alto. 

      • Aminoacidi

        Cosa sono ed a cosa servono ?

        Sia che tu sia uno sportivo o semplicemente qualcuno deciso a migliorare la sua dieta e il suo stile di vita, avrai sicuramente sentito parlare di amminoacidi. Gli amminoacidi sono elementi essenziali per la nostra alimentazione, perché una regolare assunzione di essi all'interno della nostra dieta è fondamentale per la nostra salute. Ma sappiamo veramente di cosa stiamo parlando quando trattiamo degli amminoacidi?

           

        • Gli amminoacidi: uno sguardo chimico

        Da un punto di vista chimico, gli amminoacidi rappresentano i monomeri dei peptidi, per essere più precisi delle proteine. Le proteine sono polimeri al cui interno è presente un legame peptidico. Per fare un po' di chiarezza, un polimero è una molecola di grandi dimensioni che appare come una lunga catena alle quale possono essere legate diverse ramificazioni. Gli amminoacidi sono composti bifunzionali, costituiti dal gruppo funzionale carbossilico unito a quello amminico.

         

        • I "nostri" amminoacidi

        Gli amminoacidi naturali - ovvero quelli presenti negli organismi viventi - sono tutti alfa-amminoacidi, ma esistono anche beta-amminoacidi e gamma-amminoacidi. All'interno delle proteine, quindi, è possibile trovare solo catene di alfa-amminoacidi Esistono ben 20 tipi diversi di alfa-amminoacidi, che differiscono tra loro solo per il gruppo radicale che è legato ad essi, diverso per ognuno. Di questi, 8 sono detti essenziali, in quanto l'organismo non è in grado di sintetizzarli autonomamente. Per questo devono essere assunti attraverso le proteine presenti negli alimenti.

         

        • Classificazione degli amminoacidi

        I 20 amminoacidi possono essere classificati in base al gruppo radicale che li differenzia. Sono amminoacidi dotati di catene laterali idrofile e con carica positiva l'arginina, l'istidina e la lisina, mentre sono dotati di carica negativa l'acido aspartico e l'acido glutammico. Presentano catene laterali idrofile polari ma prive di carica la serina, la treonina, l'asparagina, la glutammina e la tirosina, mentre sono classificati a catene laterali apolari idrofobiche l'alanina, la isoleucina, la leucina, la metionina, la fenilalanina, il triptofano e la valina. Rientrano nei casi speciali la cisteina, la glicina e la prolina, in quanto la catena laterale della glicina è formata da un solo atomo di idrogeno, il gruppo radicale della cisteina presenta un gruppo terminale -SH, che le consente di reagire con la catena laterale di un'altra unità di cisteina, formando un legame covalente chiamato ponte disolfuro. Per quanto riguarda la prolina, essa presenta un gruppo amminico modificato, privo di atomi di idrogeno, che le consente di formare una struttura ad anello.

          

        • Gli amminoacidi: un punto di vista chimico e fisico

        Gli amminoacidi si presentano sotto forma di solidi cristallini, solubili in acqua ma non in solventi apolari. Inoltre, il loro comportamento chimico è anfotero: se inseriti in una soluzione basica, essi si comportano da acidi, se in soluzione acida si comportano da basi.

          

        • I peptidi: sappiamo cosa sono?

        Due o più amminoacidi uniti da un legame peptidico costituiscono un peptide. Un peptide è un biopolimero simile ad una proteina, ma contenente un numero di amminoacidi inferiore rispetto alla seconda, che si aggira intorno ai 50-100. i peptidi possono essere suddivisi negli amminoacidi che li contengono attraverso un reazione di idrolisi, A seconda del numero di amminoacidi di cui sono costituiti, i peptidi si dividono in oligopeptidi - formati da pochi amminoacidi -, polipeptidi - contenenti più di 10 amminoacidi - e proteine - se contengono più di 100 amminoacidi -. Molto spesso, polipeptide e proteina vengono utilizzati come sinonimi.

          

        • Le proteine: conosciamole meglio

        Come abbiamo detto sopra, le proteine sono biopolimeri formati da un grande numero di amminoacidi legati tra loro da legami peptidici. Possono essere classificate come semplici se formate solo da amminoacidi, altrimenti sono dette coniugate. Una proteina coniugata presenta all'interno della catena di amminoacidi un gruppo prostetico, molecola non proteica che può consistere in un lipide, carboidrato o acido nucleico. Le proteine, oltre ad essere classificate per la loro funzione, vengono divise in base alla loro composizione: le proteine fibrose - insolubili in acqua -, sono costituite da due o tre catene polipeptidiche disposte parallelamente le une accanto alle altre e legate con legami disolfuro o a idrogeno, mentre quelle globulari - solubili in acqua -, presentano catene polipeptidiche ripiegate su se stesse in forme compatte. E' un esempio di proteina fibrosa la cheratina, componente principale dei capelli e della pelle, mentre è una proteina globulare l'emoglobina. 

            

        • Quando diventano... essenziali

        Parliamo ora degli 8 amminoacidi essenziali: valina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, treonina, triptofano. Questi sono molto importanti per la nostra salute, ed è necessario che vengano assunti quotidianamente attraverso la dieta. Attenzione però: non tutti sono presenti negli alimenti di origine vegetale, per questo motivo i vegetariani devono integrare questi alimenti con latte e formaggi, in modo da rendere la propria dieta completa. Non assumere questi amminoacidi può provocare disturbi anche gravi. In ogni caso, tutti e venti gli aminoacidi sono indispensabili per il nostro organismo, poiché rappresentano l'unica fonte di azoto che possiamo metabolizzare. L'azoto è fondamentale per la crescita cellulare, la riparazione dei tessuti e il mantenimento delle funzioni vitali.

           

        • Il giusto dosaggio

        Le proteine dovrebbero rappresentare il 15-20% delle calorie quotidiane, ma questa quantità può variare in relazione all'età e al tipo di attività fisica svolta. Esiste una quota minima di logorio, circa 30 grammi, che dovrebbe essere assicurata ogni giorno, dato che il nostro organismo consuma energie anche a riposo. Ad ogni modo, una persona che svolge una normale attività fisica dovrà consumare circa 1 grammo di proteine per chilogrammo di peso corporeo. Il consumo complessivo dovrà essere aumentato se nella dieta compaiono proteine meno pregiate di quelle presenti nella carne, oppure in relazione all'attività muscolare.

           

        • Sport e proteina: mai senza, ma con cautela

        Se si pratica sport, le proteine possono essere assunte in quantità superiori alla norma durante i periodi di allenamento intenso, o se si necessità un aumento della massa muscolare. In casi diversi, un consumo eccessivo di proteine può essere controproducente, in quanto va a sovraccaricare l'attività di reni e fegato, con conseguenze che possono essere gravi per la salute. Gli atleti, in ogni caso, dovrebbero aumentare la quota di proteine assunte giornalmente a 1,5 grammi per chilogrammi di peso corporeo, dato l'utilizzo intenso e il conseguente logoramento che subiscono i loro muscoli. chi pratica sport di forza o di potenza spesso necessita un aumento del quantitativo fino a 2,2 grammi per chilogrammo di peso corporeo. Attenzione: dosi superiori a quelle indicate non sono efficaci per aumentare la massa muscolare e non sono giustificabili, dato che l'organismo trasforma le proteine in eccesso in grasso e tossine, che per essere eliminate costringono i reni a un superlavoro.

           

        • Da proteina ad amminoacido

        Cosa accade alle proteina una volta ingerite? Semplicemente esse vengono scomposte nei singoli amminoacidi grazie al lavoro degli enzimi dell'apparato digerente, dopodiché sono assorbite e ricomposte in varie combinazione attraverso la sintesi proteica. Ricordiamo che il DNA contiene le informazioni necessarie alla sintesi di ogni proteina necessaria per ogni cellula. Le cellule muscolari, ad esempio, ricompongono gli amminoacidi per formare actina e miosina, proteina fondamentali pe la contrazione delle fibre.

           

        • Come scegliere gli alimenti adatti

        Gli alimenti che contengono la quota massima di proteine sono quelli di origine animale, come carne, pesce uova, latte e derivati. Le proteine d'origine vegetale sono invece contenute in legumi e cereali, come pasta, pane, piselli, fagioli e soia. Anche la frutta secca può essere un'ottima fonte dove trovarle.

          

        • Creatina e carnitina: uno sguardo d'insieme

        Se sei uno sportivo, sicuramente questi due nomi non ti saranno sconosciuti. Carnitina e creatina sono due derivati amminoacidi sintetizzati all'interno del corpo umano. La creatina, particolarmente presente anche all'interno di pesce e carne, viene sintetizzata dalle cellule epatiche, renali e pancreatiche a partire da arginina, glicina e metionina. Viene utilizzata dal tessuto muscolare come deposito energetico sotto forma di fosfocreatina, perciò il suo compito consiste nel fornire il carburante necessario alle contrazioni muscolari. La carnitina viene prodotta a partire da lisina e metionina, e la sua attività più nota consiste nel trasporto di acidi grassi a lunga catena verso la matrice mitocondriale, dove vengono successivamente convertiti in energia. Viene, inoltre, utilizzata spesso come integratore nutrizionale sia in ambito medico sia sportivo.

           

        • Arginina e glutammina:alleati indispensabili

        Rivestono un ruolo fondamentale per la nostra salute anche arginina e glutammina. la prima risulta importantissima per il nostro organismo in quanto sostanza alla base della produzione di ossido nitrico. Questo composto agisce come vasodilatatore, incrementando l'apporto sanguigno verso organi e tessuti, tra cui quello muscolare. Per questo motivo è necessario mantenere sempre buoni livelli di arginina all'interno del nostro organismo. inoltre, l'arginina è un ottimo stimolatore per la produzione dell'ormone somatotropo - meglio conosciuto come ormone GH -, che stimola lo sviluppo della massa muscolare e favorisce lo sfruttamento del tessuto adiposo come fonte di energia. La glutammina costituisce l'amminoacido più abbondante all'interno del corpo umano, e il fabbisogno può aumentare in caso di forte stress, traumi chirurgici, ustioni o attività fisica particolarmente intensa. Essa interviene nel ciclo dell'urea, nel trasporto di gruppi amminici, nella sintesi di nucleotidi e di molecole bioattive e nel mantenimento delle attività del sistema immunitario.

        Sperando che questa guida ti sia stata d'aiuto, ti auguriamo un buon proseguimento e... buona assunzione di amminoacidi!

      • Barrette
        Ormai le barrette, che siano proteiche, energetiche o dietetiche, sembrano non poter proprio mancare nella dieta di chi fa sport o vuole perdere qualche chiletto. Ma nel momento in cui vogliamo procedere all'acquisto, ci troviamo di fronte ad una vastità immensa di barrette di tutti i tipi e con mille benefici diversi. A questo proposito, ecco una mini-guida per permettervi di addentrarvi nella giungla delle barrette con consapevolezza e la giusta dose di informazione.
        Scopriamo nel dettaglio tutto ciò che c'è da sapere sul mondo delle barrette.

        Qual è la differenza tra barrette proteiche, barrette energetiche e barrette pesoforma?

        Le barrette proteiche si distinguono dalle altre in quanto contengono un'alta percentuale di proteine. Per i bodybuilder che vogliono aumentare la massa magra, ma anche per chi vuole perdere qualche chilo senza svuotarsi, le proteine sono fondamentali. Bisogna assumerne una buona quantità ogni giorno e non sempre si riesce ad assolvere a ciò con una regolare alimentazione. Perciò si ricorre alle barrette proteiche.
        Ne esistono vari tipi in commercio. La cosa che può interessare quando si procede all'acquisto è la quantità di proteine contenuta nelle barrette. Sarete voi a regolarvi in base a ciò che prevede la vostra dieta.
        Di regola, più è alto il contenuto di proteine, più è alto il prezzo. Esistono perfino barrette che contengono il 60% di proteine. Inoltre, vi sono anche barrette specifiche se si preferisce un determinato tipo di proteina (proteine del latte, della soia).

        Le barrette energetiche, invece, si distinguono dalle altre per un alto contenuto di carboidrati e un ridotto contenuto di proteine e fibre, che permettono di digerirle in modo veloce, soprattutto quando si è sotto sforzo. Sono molto utili per chi pratica sport aerobici o di resistenza, che quindi coinvolgono molto allenamento cardio. In questa tipologia, le barrette si possono differenziare per gli ingredienti. Possono, quindi, contenere più vitamine, aminoacidi o arginina o magari carboidrati a rilascio lento e veloce.

        Infine, le barrette pesoforma o dietetiche si adattano a tutti i casi. Esse hanno un contenuto equilibrato di proteine, grassi e carboidrati che hanno una funzione 'spezzafame', sia per chi segue una dieta ipocalorica, che per lo sportivo che predilige uno spuntino nutriente e leggero.

        Benefici e controindicazioni
        Le barrette, che siano proteiche, energetiche o dietetiche, sono sicuramente una fonte di energia, dopo qualsiasi allenamento, utili per recuperare l'energia perduta.
        Le barrette proteiche, più delle altre, sono sicuramente un ottimo alleato per il potenziamento muscolare, in quanto forniscono al corpo le proteine e gli aminoacidi essenziali allo scopo, e aiutano a sentire meno la fatica.
        Per quanto riguarda le controindicazioni, le barrette energetiche possono causare sovrappeso, se se ne fa un uso continuo. È bene, dunque, assumerle in modo occasionale. È inoltre sconsigliato l'uso in fase di gravidanza, a meno che non si tratti di barrette specifiche per questo periodo. Le barrette proteiche, invece, non vanno assunte, se si soffre di patologie renali, in quanto potrebbero sovraccaricare i reni. In tal caso è sempre preferibile chiedere il parere di un medico. 
        In più, va specificato che sulla confezione non sono indicati alcuni ingredienti secondari, come i grassi idrogenati e i grassi saturi. In generale, non sono benefiche per il sistema cardiocircolatorio e causano un aumento del colesterolo. È bene, dunque, limitarne l'uso.

        Le caratteristiche di una buona barretta
        Innanzitutto, bisogna fare attenzione all'ordine in cui sono riportate le quantità del prodotto sulla confezione. Infatti, gli ingredienti sono ordinati in modo decrescente: quelli citati per primi sono i maggiormente contenuti all'interno del prodotto. Diffidate sempre dalle barrette che contengono un'elevata quantità di zuccheri, in quanto questi ultimi mandano dei falsi segnali di sazietà al cervello. Dopo un po', oltre ad avere un alto indice glicemico, avrete di nuovo fame.

        Ecco quali criteri dovete ricercare nelle barrette:

        La quantità e il tipo di grassi: evitate le barrette che contengono olio di palma e prediligete quelle contenenti olio di cocco. Quest'ultimo, infatti, contiene chetoni, che riducono il senso di fame, e i suoi trigliceridi a media catena rilasciano energia a lungo termine e aiutano ad aumentare il metabolismo, favorendo la perdita di grasso. In alternativa, anche olio di oliva, di lino e di canapa vanno bene. L'importante è che si tratti di oli nobili.

        Il potere saziante: la quantità di grassi, proteine e fibre influisce molto sull'effetto 'spezzafame'. Prediligete le barrette ricche di fibre, che sono utili a favorire il senso di sazietà. Assicuratevi, però, che sia presente almeno il 5% di fibre.

        Evitate le barrette ipoglucidiche: queste sono povere di carboidrati. Molte 'diete miracolose' comportano il non assumere carboidrati, ma è una concezione completamente sbagliata. Una dieta, anche se ipocalorica, deve prevedere anche un regolare consumo di carboidrati.

        Apporto calorico: non fatevi ingannare dal ridotto contenuto calorico. Fate sempre riferimento ai valori nutrizionali per 100 g di prodotto.
      • Carboidrati

             

        I carboidrati contribuiscono al recupero della normale funzione muscolare (contrazione) dopo un esercizio fisico intenso e/o prolungato che comporti affaticamento muscolare e depauperamento delle riserve di glicogeno nei muscoli scheletrici. L’effetto benefico si ottiene mediante il consumo di carboidrati da tutte le fonti pari complessivamente a 4 g per kg di peso corporeo.

      • Erbe ed estratti
      • Post Workout
      • Pre Workout
      • Intra Workout
      • Proteine

        L'attività fisica è molto importante, infatti attraverso di essa si può ottenere un miglioramento fisico e trovare la forma tanto desiderata. Ovviamente se a esercizi fisici costanti si abbina anche uno stile di vita sano, ovvero una dieta equilibrata e divieto di eccessi, allora si possono raggiungere ottimi risultati. In particolare ciò che più di tutti riesce ad apportare ottimi benefici al fisico sono le proteine, un macro nutriente che può essere assunto sia sotto forma di cibo che di integratori spesso in polvere o barrette. Attraverso questo articolo andremo ad affrontare questo argomento, con particolare attenzione alla natura delle proteine, alle principali fonti proteiche che sono utilizzate per realizzazione degli integratori, i dosaggi consigliati per tutto coloro che vogliono raggiungere l'ipertrofia muscolare e infine le controindicazioni.

        - Cosa sono le Proteine?

          
        Da anni sia famosi bodybuilder che atleti hanno pubblicizzato le proteine, evidenziando la loro importanza all'interno di una dieta, al fine di ottenere migliori risultati. Ma cosa sono le proteine? Si tratta di uno dei tre macro nutrienti principali insieme ai grassi e ai carboidrati, indispensabile per la vita di molti organismi e anche batteri. Ci sono diverse tipologie di molecole proteiche, ognuna presenta combinazioni tra loro diverse. Un dato rilevante per quanto riguarda le proteine è che ne sono state identificate circa 10 mila diverse tipologie nel genoma umano, seppur il nostro pianeta sia ancor più ricco di variazioni.
        Ogni persona al suo interno presenta delle proteine, infatti se si pensa ad un individuo di 75 kg esso è costituito da circa 12-13 kg di proteine, suddivisi tra pelle, sangue e muscoli scheletrici.
        A livello nutrizionale come già accennato sono molto importanti, ogni alimento presenta proteine, ovviamente la quantità varia a seconda del cibo che assumiamo. Va però precisato come il nostro corpo ha bisogno di un'assunzione costante delle stesse attraverso integratori e cibi perché non riesce a immagazzinarle.
        Un ruolo molto importante quindi può essere assunto dagli integratori proteici, ovvero prodotti che possono essere un supporto nutrizionale in grado di raggiungere la quantità giusta per il fabbisogno giornaliero.
        Ogni attività del nostro organismo richiede l'utilizzo delle proteine, queste ultime infatti sono essenziali per la riparazione e costruzione dei tessuti muscolari, per la fase di sintetizzazione degli ormoni, degli enzimi e molto altro ancora. Possono essere anche definiti come dei blocchi portanti per la nostra pelle, ossa, sangue e altre parti del corpo.
        Gli alimenti che presentano un maggior quantitativo di proteine sono quelle di origine animale, come la carne, il pesce e anche altri prodotti caseari. Basti pensare che gli atleti proprio per raggiungere il fabbisogno proteiche necessario mangiano questi alimenti in quantità elevate: tonno, uova, bistecche, petto di pollo, merluzzo sono alcuni dei cibi prescelti per la dieta proteica.


        - Principali fonti proteiche negli integratori.
           
        Numerose sono le fonti proteiche utilizzate per realizzare gli integratori.
        Le principali sono: Il siero di latte, anche conosciuto come whey protein è frutto della separazione che avviene nel processo di caseificazione tra la cagliata e la parte liquida. Una delle caratteristiche principali di questa fonte proteica sono gli amminoacidi ramificati, inoltre sono facilmente assorbibili e considerate per questo motivo delle proteine veloci. Quanto detto fin ora le rende tra gli integratori proteici preferiti dagli sportivi di tutto il mondo, da utilizzare subito dopo l'allenamento o anche durante la giornata.
        Caseina, si tratta della fonte principale contenuta nel latte, infatti circa l'80% di essa è presente nello stesso. Una precisazione che va fatta è come queste proteine rispetto ad altre siano più lentamente assorbite dal nostro organismo, questo succede perché l'assunzione della caseina rallenta l'assorbimento degli amminoacidi e di conseguenza anche quello della digestione. Non a caso gli atleti tendono a definirle come una fonte proteica lenta, proprio per quanto detto in precedenza.
        Altra caratteristica di questa fonte proteica è che riempie lo stomaco dando quindi un senso di sazietà maggiore, che può durare anche per molte ore. Questo porta a scartarle soprattutto quando si devono fare pasti vicini tra loro, al contrario sono da preferire nel momento in cui passa molto tempo prima di un altro pasto.
        Sono ideali anche per coloro che intendono dimagrire e che vogliono mangiare poco e allo stesso non avere una sensazione di vuoto nello stomaco.
        Anche il colostro è un'altra fonte proteica, la cui produzione è dovuta ai mammiferi. Questi ultimi infatti nei giorni seguenti la nascita dei loro piccoli producono questa particolare sostanza, che risulta essere particolarmente utile in virtù della ricchezza di immunoglobine. I piccoli infatti attraverso il colostro avviano il loro processo di crescita, che appunto presenta numerose sostanze nutritive, ottime per difendersi dai microorganismi.
        Oltre queste, altre importanti fonti proteiche sono le uova, soia, grano, canapa, piselli, etc.

        - Dosaggi di proteine consigliati
         
        Partiamo subito che non è possibile definire un dosaggio preciso, tuttavia viene stabilito un range, ovvero un margine massimo e minimo entro il quale si è in regola e si riesce anche ad ottenere il supporto necessario per integrare la dieta.
        Per una persona che non fa attività fisica e che non vuole perdere tessuti muscolari, l'apporto minimo di proteine si aggira tra i 45 grammi per le donne e 55 grammi per gli uomini adulti. Un calcolo che può essere effettuato per stabilire il quantitativo preciso è 0,8g per ogni chilo di peso corporeo.

        Discorso diverso invece deve essere fatto per gli sportivi, in particolar modo per coloro che svolgono attività in maniera agonistica e che intendono raggiungere ipertrofia muscolare.
        Alcuni studi suggeriscono, per gli atleti che ricercano l'ipertrofia muscolare, un apporto giornaliero di circa 2,2g di proteine per ogni chilo di peso corporeo.
        Un giusto quantitativo di proteine infatti permette di raccogliere in modo più efficiente, i frutti dell'allenamento svolto. Maggiore sarà l'intensità di quest ultimo, tanto più alto sarà il fabbisogno proteico.
        Ricordando che la muscolatura del nostro corpo è per lo più costituita da proteine, una maggior assunzione delle stesse può favorirne lo sviluppo ed il mantenimento. Per definire il dosaggio preciso di proteine di un atleta è importante considerare l'allenamento che esso svolge e anche l'alimentazione che segue.
        E' anche importante precisare quando assumerle. Il consiglio è quello di prendere gli integratori proteici subito dopo l'allenamento, in particolare entro 60 minuti dalla fine dello stesso. In questo modo si riesce ad ottenere prima il tanto desiderato sviluppo muscolare.
        Ci sono molte marche di proteine, ognuno con valori nutrizionali diversi, ciò che conta è scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.
        Una tipologia molto apprezzata sono sicuramente le whey protein, tuttavia molti atleti dopo i loro lunghi allenamenti utilizzano anche delle barrette proteiche, in alternativa alle proteine in polvere.

        - Controindicazioni di un assunzione eccessiva di proteine
         
        Le proteine di per sè non fanno male, tuttavia come tutte le cose se assunte in eccesso possono avere degli effetti negativi per l'organismo. Per questo motivo prima di prendere integratori o di mangiare cibi in quantità elevate è opportuno consultare il proprio medico al fine di avere un parere più competente.
        Le controindicazioni più comuni sono:
        • costipazione, infatti sebbene la dieta sia ricca di proteine, d'altro canto è scarsa dal punto di vista delle fibre e ciò può portare a risentirne a livello fisico.
        • Altro effetto potrebbe essere l'incremento di peso. Molti infatti pensano che assunzione di proteine equivale a incremento della massa magra o a perdita di peso, tuttavia non è sempre cosi. Un grammo di proteine apporta circa 4.1 Kcal, ovvero lo stesso quantitativo fornito dai carboidrati, per cui un alto consumo di proteine giornaliero apporta inevitabilmente un alto apporto calorico che risulta controproducente ai fini del dimagrimento.
        • Una delle conseguenze maggiormente associate all'eccessiva consumazione di proteine sono senza alcun dubbio i problemi ai reni. Sebbene non ci siano delle evidenze particolari di rischio, un soggetto che ha già patologie renali può risentire maggiormente di un'assunzione eccessiva di integratori o cibiproteici. Stesso discorso può essere fatto per il fegato, che può subire gli effetti negativi di una scelta di questo tipo.

        Soprattutto chi pratica attività sportiva e ritiene di dover assumere un quantitativo maggiore di proteine, sarebbe opportuno che si facesse seguire da uno specialista che saprà fornire indicazioni precise. In conclusione si può affermare come le proteine siano uno dei tre macro nutrienti indispensabili per chiunque voglia seguire una dieta sana ed equilibrata. Indipendentemente dal fatto che si pratichi attività sportiva è necessario dare al proprio corpo la giusta quantità per non perdere tessuto muscolare. D'altro canto gli atleti, sia agonistici che non, devono sicuramente assumere un quantitativo maggiore, accompagnando a cibi proteici anche integratori, sia proteine in polvere che barrette proteiche. In questo modo si riuscirà ad ottenere uno sviluppo muscolare e a ottenere la forma fisica desiderata. Tuttavia come tutte le cose, anche nel caso delle proteine non bisogna eccedere con i quantitativi, per evitare di subire effetti negativi a reni e fegato. Si può quindi affermare come le proteine se usate bene rappresentino un giusto alleato per l'ipertrofia muscolare.

            

        Le opinioni espresse in questo sito web non costituiscono un parere medico o sanitario e potrebbero contenere informazioni inaccurate.

      • Vitamine e Minerali
      per pagina
      Mostrando 1 - 12 di 760 articoli
      • 27,99 € 55,98 € -50% Disponibile

        Proteine del siero di latte istantanee con creatina ed...

        27,99 € 55,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 11,99 € 23,98 € -50% Disponibile
        Prendi 3 - Sconto 10%
        Acquistane 3 pezzi ed ottieni un ulteriore sconto del 10% nel carrello.

        Vitamina C in compresse da 1000 mg.

        11,99 € 23,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 0,99 € 1,98 € -50% Disponibile
        Prendi 3 - Sconto 10%
        Acquistane 3 pezzi ed ottieni un ulteriore sconto del 10% nel carrello.

        Whey Isolate Zero è un integratore alimentare di proteine...

        0,99 € 1,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 11,99 € 23,98 € -50% Disponibile
        Prendi 3 - Sconto 10%
        Acquistane 3 pezzi ed ottieni un ulteriore sconto del 10% nel carrello.

        Integratore Alimentare di Omega 3 (EPA e DHA) ottenuto da...

        11,99 € 23,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 44,99 € 89,98 € -50% Disponibile
        Soddisfatti o Rimborsati
        Prova il prodotto e conserva lo scontrino insieme alla scatola esterna. Se non ti piace, contattaci entro una settimana dalla consegna. Invieremo il corriere a ritirare il prodotto con lo scontrino e ti rimborseremo il costo del prodotto.

        Whey Isolate Zero è un integratore alimentare di proteine...

        44,99 € 89,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 16,99 € 33,98 € -50% Disponibile
        Prendi 3 - Sconto 10%
        Acquistane 3 pezzi ed ottieni un ulteriore sconto del 10% nel carrello.

        Integratore a base di Acetil L-Carnitina in compresse da...

        16,99 € 33,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 20,99 € 41,98 € -50% Disponibile
        Prendi 3 - Sconto 10%
        Acquistane 3 pezzi ed ottieni un ulteriore sconto del 10% nel carrello.

        Aminoacidi Ramificati in rapporto 2:1:1 con vitamina B1 e...

        20,99 € 41,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 33,99 € 67,98 € -50% Disponibile

        Proteine del siero di latte concentrate e isolate...

        33,99 € 67,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 23,99 € 47,98 € -50% Disponibile
        Prendi 3 - Sconto 10%
        Acquistane 3 pezzi ed ottieni un ulteriore sconto del 10% nel carrello.

        Integratore Alimentare di Omega 3 (EPA e DHA) ottenuto da...

        23,99 € 47,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 15,99 € 31,98 € -50% Disponibile

        Integratore di proteine del siero del latte in polvere...

        15,99 € 31,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 7,99 € 15,98 € -50% Disponibile
        Prendi 3 - Sconto 10%
        Acquistane 3 pezzi ed ottieni un ulteriore sconto del 10% nel carrello.

        Integratore di Vitamina B ad alto dosaggio.

        7,99 € 15,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      • 24,99 € 49,98 € -50% Disponibile
        Prendi 3 - Sconto 10%
        Acquistane 3 pezzi ed ottieni un ulteriore sconto del 10% nel carrello.

        Whey Isolate Zero è un integratore alimentare di proteine...

        24,99 € 49,98 € -50%
        Prezzi ridotti!
        Disponibile
      Mostrando 1 - 12 di 760 articoli