Categorie associate al prodotto

    Offerte Limitate

    Acidi Grassi Ci sono 70 prodotti.

    Sotto-categorie

    • CLA

      L’acido linoleico contribuisce al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue. Questa indicazione può essere impiegata solo per un alimento che apporti almeno 1,5 g di acido linoleico (AL) per 100 g e per 100 kcal. L’effetto benefico si ottiene con l’assunzione giornaliera di 10 g di AL.

    • Glicerolo
    • Omega 3

      Benefici e controindicazioni

      Omega 3: cosa sono

        

      Gli Omega 3 sono composti organici prodotti naturalmente dal nostro corpo. A livello molecolare appaiono come una lunga catena di atomi di carbonio che presenta ben tre doppi legami e che termina con il gruppo funzionale tipico degli acidi carbossilici: gli Omega 3 sono infatti acidi organici essenziali per il nostro corpo.

      Questo significa che il nostro organismo non riesce a sintetizzarli autonomamente ma che, vista la loro importanza e i loro benefici per la salute, è necessario introdurli attraverso la dieta. Tipologie di Omega 3 Gli acidi grassi essenziali, sono una classe davvero variegata ed eterogenea di composti organici, per questo è necessario sapere che le tipologie principali di Omega 3 sono essenzialmente:

          

          • ALA: acido octadecatrienoico, ovvero l'acido α-linolenico
          • EPA: acido eicosapentaenoico, anche noto come acido timnodonico
          • DHA: acido docosaesaenoico, chiamato anche acido cervonico

      Sia l'acido timnodonico che l'acido cervonico possono essere sintetizzati dall'acido linoleico, che risulta essere il precursore di tutti gli altri tipi di Omega 3.

         

      Proprietà e benefici degli Omega 3

         

      Il nostro corpo è suddiviso in due grandi realtà anatomiche che appaiono estremamente differenti tra loro, eppure profondamente collegate. La prima è la realtà organica, che comprende la macroanatomia del nostro corpo e ci permette di percepire in maniera tangibile quali siano i processi fondamentali che il nostro organismo svolge giornalmente. La seconda è la realtà cellulare ossia la microanatomia umana, che consiste in quella branca della biologia che si occupa di studiare tutti quei processi, ai nostri occhi impercettibili, che coordinano e scandiscono il nostro orologio biologico e che permettono al nostro corpo di funzionare correttamente.

      Gli Omega 3 possiedono benefici tangibili che riguardano entrambe le "porzioni" del nostro corpo. A livello cellulare, quando si assumono gli Omega 3, questi vengono immediatamente demoliti grazie ai processi del metabolismo corporeo e convertiti in:

         

          • Prostaglandine: sostanze organiche naturali prodotte dal nostro corpo e coinvolte specialmente in risposte di tipo infiammatorio e in altre funzioni fondamentali del nostro organismo. Esse sono implicate a livello circolatorio, nella regolazione della pressione sanguigna, nella dilatazione o costrizione dei vasi e nell'attività aggregativa delle piastrine; e a livello ovarico nella regolazione della produzione di progesterone da parte del corpo luteo. Le prostaglandine sono inoltre fondamentali per stimolare le contrazioni uterine durante il parto.
          • Acido arachidonico: questa sostanza organica è considerata un acido grasso semi essenziale, poiché il corpo lo utilizza principalmente quando non viene assunta una quantità sufficiente di acido linoleico attraverso la dieta. Esso è presente in numerosi alimenti ed è contenuto in grandissime quantità nel latte materno. L'acido arachidonico, indicato anche con la sigla AA, è fondamentale per la produzione di prostaglandine, e di diversi composti di natura lipidica importanti per l'attività piastrinica.

      A livello organico invece, sono stati eseguiti numerosissimi studi, per cercare di comprendere al meglio la totalità dei benefici degli Omega 3. Essi sono stati verificati specialmente a livello:

         

          • cardiocircolatorio: l'assunzione degli Omega 3, a livello sanguigno, ha come beneficio quello di abbassare drasticamente i livelli di colesterolo. Questo è molto importante, perché il colesterolo in eccesso potrebbe accumularsi nella tonaca intima delle arterie e dei grandi vasi, causando pericolose ostruzioni che rappresentano un pericolo di infarto miocardico, ictus cerebrale e numerose altre patologie di origine cardiovascolare. Inoltre, grazie al metabolismo cellulare, gli Omega 3, una volta sintetizzati, avranno un ruolo molto importante nella regolazione dell'attività piastrinica, trombotica e vasodilatativa: questo risulta fondamentale per evitare l'insorgenza di trombi e coauguli sanguigni.
          • Cerebrale: diversi studi hanno evidenziato come gli Omega 3 avessero un ruolo centrale nel benessere cerebrale e neuronale, rafforzando la memoria e ritardando i sintomi di patologie come la demenza senile o il morbo di Alzheimer. E' stato dimostrato che la mancata assunzione di Omega 3 possa provocare scompensi a livello della pressione sanguigna e questo potrebbe compromettere la funzionalità del cervello, rallentando le trasmissioni neuronali.
          • Gastrointestinale: l'assunzione degli Omega 3 può inoltre migliorare le condizioni di salute in pazienti affetti da malattie croniche che riguardino strettamente l'intestino. Grazie alla capacità degli Omega 3 di regolare la risposta infiammatoria, la loro assunzione potrebbe rivelarsi utile.

         

      Omega 3: dimagrire

         

      Numerose ricerche in ambito nutrizionale e dimagrante, hanno evidenziato come l'assunzione di omega 3 possa ostacolare l'accumulo di grassi nel sangue. Questo potrebbe essere attribuibile alla regolazione della pressione sanguigna attuata dagli omega 3: un maggior afflusso di sangue e, di conseguenza, una maggiore ossigenazione dei tessuti, porterebbe alla degradazione di un maggior numero di grassi nel sangue, che serviranno da nutrienti per i muscoli, specialmente durante l'attività fisica.

      Tuttavia, pensare di dimagrire esclusivamente mediante l'assunzione di Omega 3, non rappresenta una scelta ben ponderata: questi integratori di certo contribuiscono a bruciare i grassi in eccesso, ma il loro impiego deve essere accompagnato da uno stile di vita sano e da un regime alimentare adeguato. Diversamente, raggiungere i risultati previsti sarà davvero molto difficile. Alimenti con omega 3 Gli alimenti che contengono un alto livello di omega 3 sono:

         

          • pesce: il cibo che contiene il maggior livello di acidi grassi essenziali, è senza dubbio il pesce, in particolar modo il salmone, il tonno e lo sgombro. Tuttavia, per assicurarsi di assumere la maggior parte degli Omega 3 presenti in questo alimento, è essenziale assicurarsi che il pesce sia fresco ed evitare categoricamente quello in scatola o congelato.
          • Semi di lino: questi contengono principalmente ALA, acido α-linolenico, e oltre a disporre degli straordinari benefici degli Omega 3, possiedono anche altre numerosissime proprietà benefiche; è possibile assumerli sotto forma di semi, oppure attraverso il classico olio di semi.
          • Frutta secca: mandorle, arachidi e nocciole, ma specialmente le noci, contengono una modesta quantità di Omega 3, oltre ad essere ricche di fibre, sostanze importantissime per il benessere dell'intestino.
          • Legumi: alimenti davvero fondamentali per la nostra dieta, i legumi contengono alti livelli di ferro e di proteine vegetali, oltre a buoni livelli di Omega 3. I legumi che contengono alti livelli di acidi grassi essenziali sono principalmente le lenticchie, i ceci, i fagioli e i piselli.

         

      Omega 3: integratori

         

      In commercio sono presenti davvero moltissime varietà di integratori a base di Omega 3: è possibile acquistarli in farmacia o in erboristeria ed è preferibile consultare il proprio medico di base o un nutrizionista prima di procedere.

      La dose giornaliera di Omega 3 di cui il nostro corpo ha bisogno è di circa due, tre grammi: è quindi importante che uno specialista ci spieghi quando e come assumere gli integratori nella maniera corretta.

         

      Omega 3: controindicazioni

         

      Gli Omega 3 possiedono delle controindicazioni che, se si dovesse assumere una dose eccessiva di integratori e superare inavvertitamente la dose massima consigliata, potrebbero verificarsi in maniera più o meno grave a seconda dei casi.

      I possibili effetti collaterali sono riscontrabili sia a livello cardiocircolatorio, in quanto una dose eccessiva di Omega 3 potrebbe fluidificare eccessivamente il sangue ed esporre il soggetto al rischio di emorragie, sia e a livello gastrointestinale, in quanto si potrebbero verificare disturbi come mal di stomaco, diarrea e stitichezza.

    • Omega 3-6-9
    per pagina
    Mostrando 1 - 12 di 70 articoli
    Mostrando 1 - 12 di 70 articoli